Translate

venerdì 16 marzo 2012

Obesità

Sui finestrini dei mezzi pubblici genovesi è comparso questo manifesto, che publicizza abiti per persona sovramisura.
Collegato a questo manifesto ci sono diversi messaggi preoccupanti.
Quello più immediato è che la crisi sta picchiando e  gli italiani risparmiano sul rinnovo del guardaroba.
Industrie e negozi dell'abbigliamento cercano  di rimediare cercando nuovi mercati: le persone fuori taglia, a causa del loro sovrappeso.
Il secondo messaggio preoccupante è che questa pubblicità rende evidente che anche l'Italia, è colpita da una epidemia di obesità che, negli USA, riguarda il 54% dell'intera popolazione.
Il terzo messaggio preoccupante è che a causa di questa epidemia, la crisi economica è destinata a peggiorare, in quanto una popolazione obesa è ad elevato rischio di malattie gravi (diabete, ipertensione, infarto...) la cui cura peggiorerà ancor di più il deficit dei bilanci pubblici.
Infine da questo manifesto emerge un altro problema sottovalutato: le vere cause di questa epidemia.
L'ipotesi di poco movimento e cattiva alimentazione a base di cibo "spazzatura" è vera ma è molto probabile che sia solo una concausa.
Diversi studi stanno dimostrando che l'obesità possa essere la causa dello "stress cronico" che oggi non risparmia nessuno, nemmeno i bambini, anch'essi vittima di questa epidemia.
La molecola chiave che potrebbe spiegare tutto questo è il cortisolo, molecola prodotta da surrene ed ipofisi, che è una risorsa salvavita, nel caso normale di uno "stress acuto", quello che un nostro antenato doveva affrontare quando, ad esempio, era minacciato da un animale feroce o da un suo nemico.
In questo caso, l'immissione nel sangue di una grande quantità di cortisolo, gli permetteva di affrontare al meglio il pericolo e possibilmente superarlo.
Tra gli effetti del cortisolo c'è il rallentamento del metabolismo che, nel breve tempo permette di sfruttare l'energia chimica del cibo per fuggire o per combattere. Di conseguenza una situazione di stress protratta nel tempo, con una continua liberazione di cortisolo, inevitabilmente porta all'aumento di peso.
Il problema grave è che siamo tutti sotto stress per scelta del sistema, il "logorio della vita moderna" che un amaro a base di carciofo avrebbe dovuto annullare.
E' lo stress cronico che la ricetta Monti (competitività, flessibilità, innovazione, successo) e il neoliberismo imperante ci impongono.
Ne usciremo?