Translate

domenica 11 marzo 2012

Da Lanciano sfida alle biomasse selvagge

A Lanciano, a pochi chilometri dalla fatidica Vasto, IDV e SEL hanno lanciato la loro offensiva comune per frenare il proliferare di centrali a biomasse in Abruzzo.
Quest'evento storico è avvenuto stamane, ad un convegno organizzato da queste due forze politiche dal titolo, un pò forte: "BIOMASSE: prima che sia troppo tardi".
Due i relatori, il sottoscritto, a cui è stato affidato il delicato compito di parlare "Di Malambiente si Muore" e il prof. Giulio Lucchetta, dell'Universita di Chieti con un titolo non meno impegnativo, "Cosa diranno i nostri figli?".
Hanno introdotto le nostre relazioni, Gianni Melilla, coordinatore Regionale SEL e il coordinatore Regionale  IDV, Alfonso Mascitelli; la presenza di quest'ultimo, Senatore, fa ritenere che l'offensiva politica al facile affare delle Biomasse sovvenzionate possa, dall'Abruzzo, anche arrivare a Roma; questo almeno è la mia speranza.
Il fatto che il senatore Mascitelli abbia citato la mia richiesta, inviata al Presidente Monti, di cancellare le sovvenzioni pubbliche alla combustione delle biomasse, mi fa ben sperare.
Come si dice, se sono rose fioriranno.
Intanto i due capogruppi regionali di SEL (Franco Caraminico) e di IDV ( Carlo Costantini) hanno presentato proposte di legge Regionale, per mettere paletti e freni al dilagare di piccole e grandi centrali, con smania di bruciare tutto e di più.
E infine chiudo questa cronaca da Lanciano, osservando che, dopo anni che giro l'Italia, invitato da decine di comitati e da qualche Sindaco contrario a questi impianti, per la prima volta ho visto tanti amministratori pubblici presenti sul tavolo dei relatori e tra il pubblico: tutti molto attenti e interessati alle nostre due relazioni, per tutta la loro durata.
Chi sa se, questa volta, il Biomass Buster si a,finalmente riuscito a convincere qualche decisore politico a fare la scelta giusta.
Al Convegno mancavano rappresentanti ufficiali del PD, ma questa è un'altra storia.