Translate

giovedì 29 marzo 2012

Come differenziare l'organico senza problemi 1)


 Il piccolo sondaggio che ho condotto a Bogliasco, ormai da un mese e mezzo alle prese con il Porta a Porta, ha evidenziato una diffusa diffidenza per la separazione e la gestione della frazione organica e per questo motivo, sono convinto, molto condomini si sono rifiutati di tenere in propri spazi privati il contenitore marrone dove conferire, negli appositi sacchetti biodegradabili, la loro frazione "umida".
Dopo aver fatto qualche sperimentazione, ecco i primi consigli per evitare odori sgradevoli.
Cominciamo dagli "imballaggi" con cui centri commerciali e la pescheria di Bogliasco confezionano carni e pesci.
Entrambi questi alimenti sono avvolti in una carta poliaccoppiata, formata da un primo strato di carta e un secondo di polietilene (plastica riciclabile) , impermeabile all'acqua, che è a diretto contatto con gli alimenti. Una volta pesati, il pacchetto che contiene carne e pesce è  inserito in un sacchetto di polietilene.
Per i tanti bogliaschini che vogliono differenziare bene sorgono i primi problemi: in quale contenitore va la carta poliaccoppiata?
Una volta tanto la tecnologia ci aiuta, in quanto lo strato interno di polietilene si separa, senza problemi dalla carta, e ecco i consigli per evitare disagi.
Tolta la bistecca e il pesce dal pacchetto, è inevitabile che sullo strato di polietilene restino tracce di sangue che, dopo qualche giorno, sprigionano odori spiacevoli.
Pertanto, la prima cosa da fare è quella di passare sotto un getto d'acqua la carta poliaccoppiata e lavar via il sangue; si scola bene e, se si vuole, si asciuga con una passata di spugna.
A questo punto si separa lo strato di polietilene (plastica) che, piegato, si mette nel sacchetto fatto con lo stesso materiale (polietilene), lo si chiude bene e si porta (tutte le sere sono valide) nel cassonetto per la plastica. Lo strato di carta si piega bene anche lui e, se si vuole per maggiore sicurezza, si mette in un sacchetto di carta per il pane. Chiuso il sacchetto di carta, il tutto se ne va nel contenitore per la carta, anch'esso utilizzabile tutti i giorni.
Si da una passata al lavandino, dove si sono fatte queste operazione, si lava bene la spugna e il gioco è fatto.
Alla prossima puntata la gestione di lische e ossi di bistecca.