Translate

domenica 1 gennaio 2012

Si fossi Monti 2

Continuo il gioco di ruolo che ipotizza che il Presidente Napolitano, non sapendo a quale Santo affidarsi per tirare fuori dalla "bratta" ( fango, in italiano) gli italiani, nomina uno di noi Presidente del Consiglio in quanto persone serie, di buon senso, con la fedina penale pulita a partire dai bisnonni e , ovviamente, senza conflitti di interesse.
Ecco il mio piano "Sana l'Italia".
In tutte le regioni d'Italia e' istituito un Osservatorio Salute Ambiente (OSA) di cui fanno parte tutte le strutture che si occupano di tutela dell'ambiente e di controlli di salute pubblica. Compito degli OSA e' di approntare un rapporto annuale sullo stato della salute dell' ambiente e di chi abita in quell'ambiente, stimare gli andamenti di entrambi i fenomeni, evidenziare correlazioni tra degrado ambientale e degrado sanitario. Insieme al rapporto, gli OSA forniscono raccomandazioni alle amministrazioni pubbliche regionali con l'obiettivo di ridurre i fattori di rischio per la salute.
Le Regioni che non onorano le raccomandazioni ricevono meno fondi pubblici. Sono invece premiate con deroghe al patto di stabilita' e maggiori fondi, le regioni che potranno dimostrare significativi miglioramenti della qualità del loro ambiente e della salute dei loro cittadini ( minori ricoveri ospedalieri, minor consumo di farmaci..).
A livello nazionale si istituisce un fondo finanziato da lasciti e donazioni di cittadini ed aziende le quali potranno detrarre integralmente le donazioni dalle loro tasse. Il fondo e' utilizzato per far effettuare studi ambientali ed epidemiologici in aree a rischio con l'obiettivo di confermare il degrado ambientale e sanitario, individuarne le cause principali e i rimedi più efficaci. Lo stesso fondo sarà utilizzato per studi atti ad approfondire il rapporto tra qualità ambientale e stato della salute della popolazione
Gli studi sono realizzati dalle ARPA con il coordinamento dell' lStituto Superiore di Sanità e delll' Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova (IST) , alla luce della loro documentata esperienza.
I risparmi per malattie evitate, documentate dagli OSA, saranno investiti per il risanamento di aree a rischio e per aumentare la sicurezza negli ambienti di lavoro.

Ps: il comune di Genova ha già istituito l'OSA Genova di cui l' IST fa parte. Il gestore di questo blog, gia' ricercatore IST, dichiara comunque di non essere in conflitto di interesse in quanto dal 29 gennaio andrà in pensione, ma ovviamente e' disponibile a mettere a disposizione la propria esperienza per collaborare a "sanare l 'Italia" :-)