Translate

lunedì 7 gennaio 2008

Il Mago di Napoli: prime profezie avverate

Il Mago di Napoli in trasferta: prime profezie avverate
Spittelau IncineratorIn attesa di una verifica generale, una mia prima profezia si è avverata:






h) Si ridà fiato alla costruzione degli inceneritori previsti in Piemonte, Toscana, Emilia Romagna, Lazio, Sicilia, Liguria



Su tutti i giornali di regime è un peana a favore dei "termovalorizzatori" e lo stesso Pecoraro Scanio dichiara di essere a favore di questi impianti.



Ha fatto eccezione il telegiornale di RAI 3 ieri sera, ma vedrete che sarà presto messo in riga (profezia i)



Peccato che non saranno i Termovalorizzatori a salvare Napoli  (profezia l, questa è sicura ) e che a causa dei termolarizzatori previsti (uno per ogni provincia) l'Italia, diventata il primo paese inceneritorista al mondo e l'unico paese al mondo che incentiva con danaro dei suoi cittadini l'incenerimento ( è già così, si chiama "Termovalorizzazione Assistita")  sarà sommersa dai rifiuti dei rifiuti termovalorizzati ( Profezia m, che spero possa essere smentita)

Postato da: federico46 a 13:09 | link | commenti (2)
ambiente e salute, vedi napoli


Commenti:
#1  08 Gennaio 2008 - 13:41
 
Purtroppo, e dico purtroppo, le ceneri dei termovalorizzatori (che rappresentano circa il 30% in peso e sono considerate rifiuti speciali altamente tossici) se calcolate in volume occupano molto meno spazio, pertanto un buco per esse (magari abusivo) lo si troverà sempre.
Basta fare notare che ogni volta che si nomina le ceneri prodotte dagli inceneritori gli amministratori cadono dalle nuvole... "Perchè, producono ceneri ? Vabbè, è comunque un problema minore.."
Disconoscono come queste ceneri siano enormemente più tossiche rispetto al materiale da cui originano, ma tanto finiscono nei bitumi.. nei fanghi.. nei terreni.. nei granulati.. ed alla fine nei nostri polmoni. Non se ne esce, l'unica vera sfida è non produrli.
utente anonimo
#2  08 Gennaio 2008 - 14:47
 
Ci sono anche i rifiuti ( tossici) dei rifiuti (urbani) mandati in atmosfera nel pieno rispetto dei limiti di legge.
Quelli misurati nel 2003 nei fumi in uscita dall'inceneritore di Brescia, quando "termovalorizzava" solo 552.000 tonnellate di rifiuti erano 270 tonnellate all'anno (ossidi di azoto, polveri fini, acido cloridrico, ossido di carbonio, composti organici vari...).
Utente: federico46 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. federico46