Translate

lunedì 13 febbraio 2012

Riusi: un semenzaio da un portauova


Ecco come delle confezioni per uova in cartone riciclato, si trasformano in una loro seconda vita, in comodi e funzionali vasetti per crescere piantine, assolutamente compostabili.
Ogni portauovo riempito di terra ospita qualche seme o, come in questo caso, una foglia di una pianta grassa che si vuole replicare. Il coperchio si usa come sottovaso per raccogliere eccessi di acqua.
Una volta che la piantina è cresciuta, si separano con una forbice i singoli vasetti e si mettono direttamente a dimora nel vaso o nell'orto, senza traumi per la giovane piantina e le sue radici.
Ovviamente il cartone pressato è biodegradabile e compostabile e la pianta può crescere in libertà.
Le piantine grasse in fotografia saranno usate per trasformare in rock-garden il muretto a secco del giardino che il Comune di Bogliasco mi ha dato in adozione. In questo modo spero di riuscire a contrastare l'invasione di cannigea, a cui molti siamo allergici.

ps: una volta che avete portato le uova a casa, toglietele dall'imballaggio e mettetele nell'apposito scomparto del vostro frigorifero. Sprecare energia per raffreddare l'imballaggio mi sembra proprio una sciocchezza. L'imballaggio, a sua volta, si riusa o si ricicla.