Translate

sabato 18 febbraio 2012

Primo giorno di PaP a Bogliasco

Ieri, 17 febbraio, primo giorno di raccolta Porta a Porta della frazione umida a Bogliasco.
Le immagini che seguono, sintetizzazano l'andamento dell'evento.


Lo stesso angolo di via Mazzini, alcuni giorni prima dell'avvia del Porta a Porta e nella tarda mattinata del 17 febbraio.
Come promesso, il cassonetto verde dell'indifferenziato ci ha salutato, il cassonetto giallo che, teoricamente, avrebbe dovuto raccogliere solo plastiche e lattine è stato spostato in una zona limitrofa meno frequentata.
Al loro  posto sono stati collocati due contenitori per la frazione organica, chiusi a chiave e destinati a raccogliere l'"organico" di due condomini vicini.
Mi auguro che superata la naturale diffidenza per  l'organico, anche grazie ad iniziative per incentivare il compostaggio domestico, molti di queti contenitori marroni ritornino negli spazi condominiali inizialmente previsti.
Il migliorato decoro urbano è evidente e simile a quello che ho potuto documentare lungo il resto della via.
Sono emersi tre principali problemi: la resistenza di molti condomini ad ospitare in spazi comuni il loro contenitore dell'organico, il cattivo funzionamento di diverse serrature dei questi stessi contenitori, lamentele diffuse per i raccoglitori di plastica e carta, tenuti chiusi per evitare vandalismi, ma oggettivamente difficili da utilizzare con le aperture troppo piccole.
Le conseguenze di questo disagio, si vedono nella immaggine e diversi cassonetti sono stati già forzati.
La soluzione, nel breve periodo, è quella di eliminare la serratura e contare sul senso civico dei miei concittadini ( e su pesanti multe per chi viene colto sul fatto) e nel medio periodo sostituendo gli attuali contenitori con altri dotati di aperture adeguata a conferire senza problemi  un normale sacchetto in cui si sono raccolte lattine , plastiche, giornali, cartonio
Per contro, tutti i negozianti hanno per la prima volta diligentemente piegati i cartoni che posizionati la sera a fianco del loro negozio sono stati ritirati entro le 9:30 ( con mezzora di ritardo rispetto all'orario promesso).
A partire dal primo mattino, i mini compattatori sono passati a raccogliere l'organico dai contenitori marroni che famiglie e negozi di ortofrutta hanno posizionato all'esterno della loro abitazione e negozio e in gran parte ritirati vuoti entro le prime ore del mattino.
L'immagine che segue, scattata alle sei del mattino, mostra che il carico è esclusivamente di sacchetti di organico che andranno ad un impianto di compostaggio, che per il momento, ahime, è fuori regione.
 Verso la tarda mattinata un operatore della Ideal Service è passato per raccogliere i sacchetti fuori posto, in particolare sacchetti dell'indifferenziato secco che dovevano essere esposti la sera precedente e qualche "conferimento " errato come quello documentato dalla immagine seguente.

Per i Bogliaschini che leggessero questo post, l'informazione è che scarti come questo, evidentemente derivante da uno spuntino fatto passegiando, si devono mettere nei cestini dei rifiuti, numerosi in paese, cestini da utilizzare anche per ricevere la cacca dei tanti cani che abitano a Bogliasco e che molti dei loro padroni disciplinatamente hanno imparato a raccogliere.