Translate

lunedì 20 febbraio 2012

PaP Watcher

L'ipotesi che  qualcuno si sia organizzato per boicottare la raccolta porta a porta, avviata da qualche giorno a Bogliasco, è confermata dal fatto che, nella stessa notte, non solo tanti sacchetti pieni di indefferenziato sono stati ammucchiati intorno ai contenitori per la differenziata, ma alcuni di questi contenitori sono stati incendiati.
Comunque, in tarda serata i segni del bliz vandalico sono stati ripuliti e la Giunta Comunale si è riunita d'urgenza per valutare il da farsi.
Stamattina è prevista la raccolta dei cartoni presso i negozi.
Una menzione al minimarket Lino ( nella immagine) che ha decisamente cambiato abitudini e, ligio alle indicazioni avute, ha con cura piegati tutti i cartoni prima che passi il furgone per la loro raccolta. Non è l'unico negozio di Bogliasco a seguire le nuove regole.
Suggerisco al mio Sindaco di segnalare pubblicamente tutti questi buoni esempi e di pensare seriamente di premiarli, anche dal punto di vista economico.
Chi si comporta come il minimarket, sottrae questi materiali alla discarica con un duplice vantaggio per le casse del Comune che risparmia: 60 euro per ogni tonnellata di cartoni non smaltiti e14 euro per evitata ecotassa regionale.
Quando avremo raggiunto il 65% di RD, potremmo risparmiare altri 2 euro e rotti centesimi per evitata sopratassa regionale, applicata ai comuni che non hanno raggiunto la percentuale di raccolta differenziata prevista per l'anno in corso.
In totale, il comportamento collaborativo della cittadinanza per ogni tonnellata riciclata ci fa risparmiare 76 euro.
Che una parte di questo risparmi sia riconosciuta ai negozianti virtuosi, sottoforma di detrazione sulla Tassa di Igiene Urbana, mi sembra doveroso. Come mi sembra doveroso scoprire e multare pesantemente chi non si attiene alle nuove regole di convivenza civile,