Translate

lunedì 27 febbraio 2012

I Gendarmi del Porta a Porta

Un nuovo capitolo della cronaca dell'avvio della raccolta porta a Porta in una piccola cittadina ligure, Bogliasco: sono scesi in campo i "gendarmi".
Stufo di vedere sacchetti fuori posto e "organico" sparso in terra, un abitante di via Armanna ha affisso al bidoncino marrone un suo messaggio all'indirizzo dei pochi che non seguono le regole.
Il messaggio recita "Sono un grande incivile" seguito da quattro punti esclamativi.
L'incivile ha lasciato per terra un pò di aranci amari, che è lecito supporre siano caduti dal suo albero in giardino e forse si sono sparsi in terra per rocttura del sacchetto di materbi che, notoriamente, non è molto resistente.
L'altro segno di inciviltà sono due sacchetti regolamentari per il "secco residuo" con dentro secco residuo. Evidentemente, l'incivile ha sbagliato giorno per un loro corretto conferimento.
Mi sembrano peccati veniali. Suggerisco al nostro "gendarme" di modificare il suo messaggio se fatti simili si ripetessero, tipo: " Caro concittadino, per il decoro del nostro paese e della nostra strada, ti ricordo che il sacco del secco residuo deve essere esposto la sera di ogni martedì. Per evitare rotture del sacchetto per l'organico, mettilo in una sacca di tela, da riutilizzare per il suo trasporto".
Purtroppo stamane mi sono arrivate notizie che i vandali hanno colpito ancora, stavolta ai confini tra Bogliasco e Pieve. In questo caso ci vogliono i gendarmi veri!