Translate

martedì 5 giugno 2012

Gestione intelligente della frazione organica

Ieri, su sessantasette comuni della Provincia di Genova, solo dieci hanno partecipato al mio Seminario sul ruolo strategico del compostaggio per una gestione intelligente della frazione umida.
I presenti, in ordine alfabetico: Borzonasca (2.160 ab), Crocefieschi  (569 ab), Lavagna (13.084 ab), Mezzanego (1.592), Moneglia (2.853 ab), Recco (10.258 ab), Rovegno (580 ab), Sestri levante (17.846 ab),  Sori (4.276 ab), Torriglia (2.421 ab).
Tutti gli altri Comuni hanno perso l'occasione di apprendere come, grazie al compostaggio domestico, condominiale e collettivo, sia possibile risparmiare un bel pò di soldi per la gestione dei materiali post consumo prodotti dai propri concittadini ed ottemperare alle numerose leggi europee e nazionali che prevedono entro la fine del 2012 la raccolta differenziata al 65% e una netta riduzione del conferimento a discarica di frazioni biodegradabili organico + carta e cartone).
Chi è venuto si è portato a casa (gratuitamente) i manuali di compostaggio in campagna e in città, i pieghevoli che spiegano che cosa è e come si fa il compostaggio domestico e un bel DVD che fa vedere come sia possibile  fare compostaggio con successo e senza problemi.
Se chi legge è in contatto con i Comuni assenti, faccia sapere a chi di dovere che questo materiale è ritirabile presso la sede di Genova Quarto, della Provincia di Genova.
E se è garantita la presenza di un adeguato numero di assenti ingiustificati sono anche disponibile a replicare la presentazione, a patto che la ex Provincia di Genova, mi garantisca l'assistenza tecnica per la video proiezione ( ieri in parte resa disponibile grazie alla buona volontà di un dipendente della provincia che ringrazio.
Per tutti gli interssati la mia presentazione, fino al 30 giugno è scaricabile (gratuitamente) da questo indirizzo:
files.me.com/federico.valerio/g4or7n

ps: tra gli altri ieri mancava anche l'ex Assessore Sciortino. Si vede che passata l'elezione, questa iniziativa da lui voluta all'inizio del 2012, con 10.000 euro di investimento (stampa dei materiali, registrazione del video, seminario) non interessava più.