Translate

domenica 10 agosto 2008

Vietato Sputare

Chi ha un pò di primavere sulle spalle può ricordare che,  fino agli anni 50',  nelle sale d'aspetto dei locali pubblici e sui tram,cartelli ben in vista vietavano di sputare per terra. Negli anni successivi questa abitudine, evidentemente comune a molti italiani, è sparita e con essa i cartelli di divieto.

Tutto farebbe credere che l'igiene delle città, almeno da questo punto di vista, sia migliorato, ma non è così.

La prossima volta che uscite, guardate con attenzione i marciapiedi. Certamente vedrete, qua e là,macchie nere tondeggianti ( tre-quattro centimetri di diametro). Se siete bravi osservatori, noterete che la loro densità (numero di macchie per metro quadrato) segue alcune regole: aumenta con l'approssimarsi di luoghi di incontro ( bar, cinema, fast food...).

Ognuna di queste macchie è quello che resta di una gomma da masticare che il masticatore, dopo qualche ora di esercizio dei suoi muscoli mandibolari, ha "signorilmente" sputato per terra. La gomma si attacca al  selciato,  assorbe le polvere inquinanti (di qui il suo colore scuro) e resta a far bella mostra di se per periodi lunghissimi, forse decenni, in quanto le gomme da masticare sono fatte di materiali non biodegradabili.

E poichè è inevitabile che ogni chewing gum buttata per terrra sia ancora umettata della saliva di chi l'ha usata,  capite bene che il miglioramento dell'igiene pubblca , da questo punto di vista, è solo apparentemente migliorata: ancora oggi si continua a sputare per terra e non poco.

Recentemente, nella sola Oxford street , a Londra, si sono contate le tracce di 300.000 gomme da masticare! Ognuna di quelle macchie è la testimoniaza di inciviltà, ma anche  di uno smaltimento abusivo e poco igienico.

E in Italia ,delle 25.000 tonnellate di gomme che ogni anno sono consumate, quante finiscono sui nostri marciapiedi? Temo, la maggior  parte.

Togliere le gomme dal marciapiedi è una fatica improba e molto costosa. Fino a ieri qualche cosa si poteva fare con getti di vapore e molto olio di gomito; ma forse tra un anno il problema dell'imbrattamento da gomme da masticare dei nostri marciapiedi sarà risolto più facilmente.

Per arrivarci, si sono dovute spremere le meningi di  diversi ricercatori inglesi che forse hanno risolto il difficile problema: uso di enzimi che decompono le gomme e di solventi ionici ecocompatibili che sciolgono i frammenti che si formano e permettono di lavare via il tutto con dei bei getti d'acqua.

Vedremo. Nel frattempo, una sana politica di "Rifiuti Zero" non sarebbe male!

Vietare la vendita di chewing gum, come si fa a Singapore, è forse eccessivo, ma chiedere a tutti i masticatori ad oltranza, dopo l'uso, di mettere la loro gomma nella confezione originaria e di riporre il tutto  nel più vicino cestino dei rifiuti è  proprio il minimo.