Translate

domenica 27 gennaio 2013

Casa con cappotto: occhio ai cassonetti

Il padrone di questa casetta ha deciso di fare un investimento, sostituendo le finestre con un modello ad alta efficenza energetica.
La termografia mostra che la scelta è stata giusta, i vetri, ora, hanno lo stesso colore delle murature, quindi sono alla stessa temperatura, relativamente bassa.
Ma le grandi superfici rosse (calde) sopra tutte le finestre e una striscia altrettanto calda sotto ogni finestra ci avverte che il proprietario si è dimenticato  l' effetto cassonetto, ovvero il vano che ospita le tapparelle e ha trascurato i "ponti termici" dei davanzali delle finestre.
Il vano tapparelle è un vero e proprio buco nel muro, da cui il calore scappa in grande quantità facendo entrare tanta bella aria fredda.
Prima vi accorgete di queste "falle termiche" tamponandole, prima porrete fine all'emmoragia di denaro che questi buchi vi stanno provocando.
La fotografia che segue mostra una semplice ed efficace soluzione per ridurre il problema se, all'interno del cassonetto esiste lo spazio sufficiente.
E' una guaina isolante con un'anima in acciaio che permette di sagomare in modo stabile il pannello isolante, in modo da coprire il rullo su cui si avvolge la tapparella, senza ostacolarne il movimento.
Ovviamente si può anche intervenire sull'involucro della tapparella, il cassonetto, ricoprendolo con pannelli isolanti (sughero, polistirolo..), se c'è lo spazio.
Se siete in una fase di ristrutturazione, la migliore soluzione è quello di sostituire, insieme alle finestre, se è il caso, l'intero cassonetto, con un modello di cassonetto moderno, studiato per ridurre le perdite di calore, i ponti termici e gli spifferi.
Per quanto riguarda i davanzali freddi, ricordo che niente obbliga che quelli interni siano fatti di marmo, ardesia, granito (ottimi materiali per trasmettere il calore dalle zone calde a quelle fredde).
Ed è una pessima idea quella di avere un unico ripiano di materiale che conduce il calore, posato a far da davanzale sia all'interno che all'esterno.
Nella mia casetta di montagna all'interno  ho fatto mettere davanzali in legno, belli da vedere e toccare, con una barriera di calore con il poggiolo esterno fatto, ovviamente in pietra.


Questa figura sintetizza gli interventi utili per ridurre le perdite di calore di casa vostra. A destra, le migliorie realizzate nel vano finestra, insieme al " cappotto" esterno: cassonetto con isolamento termico; davanzale esterno separato termicamente dal davanzale interno.

E' il caso di ricordare che tutti i problemi che hanno creato i "moderni" cassonetti per le tapparelle non c'erano con le "vecchie" persiane.
Ne parleremo nel prossimo post.


Tutte le puntate di Casa con Cappotto:

- Che classe energetica sei?
- Stare in mutande: quanto mi costa?
- Misuriamo gli sprechi evitabili
- Vasi "termici" comunicanti
- Sangue caliente 
- Muffe e condense
- Punti freddi
- Barriere frangivento
- Via col vento
- Finestre solari 3
- Finestre solari 2
- Finestre solari 1
- Occhio ai cassonetti
- Riflettori sui caloriferi
- Liberiamo i caloriferi
- La Fisica che serve 3
- La Fisica che serve 2
- La Fisica che serve 1
- Casa con cappotto