Translate

lunedì 7 gennaio 2013

Agendina di Governo

Nelle tante Agende di Governo che si stanno proponendo agli elettori, programmi quali "Ambiente Sano  e Vita Sana" non hanno ancora molto spazio.

In questi giorni, su FB, gira la notizia che l'irlanda stia uscendo dalla sua crisi, anche grazie alla tassazione dell'inquinamento, realizzando nei fatti, quello che da noi e' ancora solo uno slogan: "chi inquina paga".

La decisione dell'Irlanda si chiama Tassa sul Carbonio, e fa riferimento all' anidride carbonica  (CO2) che si produce con la combustione di benzina, metano, gasolio....

A ogni tonnellata di CO2 emessa, tot euro nelle casse dello Stato.

Ma si può fare di più e meglio. Ed ecco la mia Agendina.

Ricordo che l'anidride carbonica e' responsabile dei cambiamenti climatici, ma è un gas assolutamente innocuo alla salute dei viventi. La produciamo in continuazione, "bruciando" quanto abbiamo mangiato e la immettiamo in atmosfera ad ogni respiro, insieme al vapor acqueo, anch'esso prodotto dalla "combustione" di tortellini e bistecche...

Non sono affatto innocui i tanti inquinanti tossici, cancerogeni e mutageni che si producono quando qualche cosa si brucia ad elevata temperatura, come avviene nei motori, nelle stufe, nelle caldaie, nelle cokerie,

Nella mia Agendina di Governo, una vera "economia verde" parte con il tassare l'inquinamento  in base alla quantità di polveri sottili emesse, a parità di energia utile prodotta o utilizzata. 

Questa tassa e'  definita "Tassa sulle Polveri Sottili.

Le polveri sottili si producono solo con le combustion e certamenteci accorciano la vita  e, in particolare, la vita sana.

Questa norma contrasterebbe tutti gli attuali sprechi, nati proprio a causa dei bassi costi dell'energia.
Se voglio diminuire i costi devo ricorrere a combustibili intrinsecamente più puliti e quindi meno cari ( metano al posto del carbone) e/o a tecnoogie più efficenti (teleriscaldamento, isolamento termico).

Nella mia Agendina, gli introiti di questa tassa sono reinvestiti integralmente per:

- incrementare raccolta differenziata di qualità, compostaggio e riciclo dei materiali post consumo.
- finanziare la produzione di biometano da scarti organici da immettere nella rete di distribuzione del gas
- finanziare interventi di isolamento termico negli edifici pubblici
- finanziare interventi di trigenerazione (elettricità, calore, rinfrescamento) a servizio di edifici pubblici
- finanziare sistemi di trasporto pubblico a basso impatto ( tram, piste ciclabili, treni locali..)

Con questa Tassa, molte finte fonti rinnovabili (combustione di biomasse, incenerimento rifiuti) chiuderebbero e complessivamente il miglioramento della qualità dell'aria, migliorerà lo stato di salute dei cittadini,con ulteriori risparmi. 

E il reinvestimento della tassa sulle polveri sottili, ridurrà i consumi di energia per unità di prodotto rendendo più competitivi i nostri prezzi e creerebbe nuovi, qualificati e duraturi posti di lavoro.

Provare per credere.