Translate

domenica 30 dicembre 2007

Riscaldamento a legna

Riscaldamento a legna.

Premetto che la mia casetta di montagna è riscaldata solo a legna e come tutti subisco il fascino di un caminetto acceso.
Fatta questa premessa, non posso esimermi dal giudicare una stupidata l'affermazione che bruciare legna è ecologico.
E' vero, usando la legna come combustibile non si contribuisce alla crescita della concentrazione di anidride carbonica del pianeta ma si contribuisce all' aumento della concentrazione dell'aria che respiriamo di benzene, formaldeide, diossine, polveri sottili.
Per chi non lo ha presente stiamo parlando di cancerogeni.
Questi sono i risultati di numerosi studi, peraltro sempre più frequentemente pubblicati nelle riviste scientifiche internazionali, che suggeriscono cautela nell'uso di biomasse a scopi energetici, anche nei paesi sviluppati.

Personalmente, ritengo che nelle nostre città si debba continuare a puntare sul metano come fonte energetica per riscaldare le nostre case aumentando l'efficienza del sistema, ad esempio con teleriscaldamento.

Quindi, si alla legna per riscaldarci ma ad alcune condizioni:
- E' prioritario investire in isolamento termico delle case ed in efficienza energetica dell'impianto di riscaldamento utilizzato
- No a caminetti aperti e a vecchie stufe entrambi poco efficienti: consumano tanta legna, riscaldano poco e fanno tanto fumo
- Si alle nuove caldaie a pellet.

I pellet sono cilindretti di segatura pressata prodotti da scarti di falegnameria.
I loro principali vantaggi:
- elevato potere calorifico
- scarsa produzione di ceneri
- automatizzazione della alimentazione della caldaia
- possibilità di realizzare impianti termici ad alta efficienza ( con ridotte emissioni gassose)

Infine un consiglio di vitale importanza:
tutte le fiamme libere consumano ossigeno, questo significa che in presenza di stufe, caminette, caldaie è obbligatorio una presa di aria esterna per alimentare la loro fiamma.
Questa presa d'aria è opportuno sia realizzata dietro o sotto l'impianto, in modo che l'aria fredda esterna vada direttamente ad alimentare la fiamma, senza passare prima sulla vostra schiena, mentre state ammirando la danza del fuoco