Translate

lunedì 17 ottobre 2011

Canadair o Biotrituratori

Da stamattina due Canadair, ogni cinque minuti,  mi passano sulla testa, facendo  la spola tra il mare e le alture di Genova, per spegnere diversi  incendi boschivi.

Si pensa che causa di questi incendi  possano essere  falò di rovi "sfuggiti al controllo".

Ieri sono andati in fumo 20 ettari di bosco anche nelle Cinqueterre e in questo caso si è trovato il colpevole, un quarantenne che ha pensato bene di dare fuoco ad un pò di sue potature, senza tenere conto del forte vento e  dell'assenza di piogge da alcune settimane. Se quelle potature le avesse triturate e compostate, il nostro "piromane per caso" avrebbe qualche problema in meno ( è stato denunciato per incendio colposo) e tutti noi un bosco in più e un pò di danaro pubblico a disposizione per altri usi.

Sperando di trovare orecchie attente, provo a rilanciare una proposta alla Regione Liguria, la quale paga con nostro denaro, gli interventi di idrovolanti e elicotteri: investire in prevenzione!

Ossia, utilizzare "una tantum" il costo medio dello spegnimento di un incendio ( noleggio Canadair ed elicotteri) per l'acquisto di biotrituratori portatili e semoventi, da mettere a disposizione di tutti i contadini veri e quelli della domenica per triturare sterpaglie e potature e metterli in condizione di usare il cippato ottenuto come pacciamatura e strutturante per la produzione di compost, dopo un opportuno trattamento biologico degli scarti verdi con il sistema a cumulo.

E per consegnare i trituratori agli interessati e aiutarli a farli funzionare potrebbero essere impegnati i volontari anti incendio che sarebbero comunque all'interno delle loro funzioni: prevenire gli incendi.

Contemporaneamente, in tutta la Liguria, in qualunque stagione, divieto assoluto di accendere fuochi per eliminare scarti agricoli.

Inutile ribadire che questa norma sarebbe anche un efficace sistema per ridurre l'inquinamento atmosferico e le polveri sottili.

Le lamentele me le sento già: abbiamo sempre fatto così.

Certamente i contadini hanno sempre usato il fuoco per tener puliti boschi e prati ma: sapevano farlo, lo facevano nella stagione giusta ( quella umida e senza vento), i boschi e i prati erano già puliti per facilitare l'accesso e permettere il pascolo e i  raccolti  e se qualcosa andava storto erano in tanti sul posto ad intervenire per bloccare subito le fiamme. E altrettanto certamente i contadini da sempre praticavano, senza saperlo il compostaggio, lo chiamavano "liamme", letame