Translate

martedì 19 luglio 2011

Senza Plastica

Sui quotidiani di oggi un'intera pagina di pubblicità a favore dell'uso della plastica.

Che cosa ha costretto Federchimica , Unionplast e COREPLA a spendere una barcata di soldi per celebrare le virtù della plastica?

Certamente il forte calo delle vendite delle plastiche "usa e getta", a cominciare dai sacchetti, per passare ai flaconi di detersivi e infine alle bottiglie per il latte e l'acqua che gli italiani, ormai in massa, hanno cominciato ad non usare più.

E questa scelta ha un bel vantaggio per noi,  non ci costringe a pagare, separe e riciclare tutti questi questi inutili oggetti.

E questa scelta, molto ben ragionata, non ci fa regredire, come l'illustrazione della pubblicità vuol far credere.

Per la plastica "usa e getta" non c'è futuro e questo, mi dispiace per i produttori di plastiche vergini, è una tappa estremamente positiva nella evoluzione culturale della nostra specie,  in quanto ci  garantisce  il futuro  ed è  segno, vincente, della nostra intelligenza.

ps: nell'evoluzione della nostra specie, alle sue origini,  non c'è uno scimpanzè.

Scimpanzè e gorilla sono  nostri lontani cugini, anche loro evoluti, insieme con noi, a partire  da lontano un comune antenato.