Translate

martedì 3 agosto 2010

Fotovoltaico Versus Nucleare

La notizia è ghiotta e la posto subito. Un "giornaletto di provincia" quale il New York Times non si pone problemi a pubblicare la notizia che quest'anno, negli USA, il costo del chilowattore fotovoltaico è più basso del chilowattore nucleare. Gli Italiani avranno mai l'occasione di saperlo?

ps: dal Link all'articolo originale vengo a sapere che l'Editore del New York Time ha commentato questo articolo, osservando che lo studio presentato è stato commissionato da una associazione ambientalista. A riguardo, non viene detto espressamente, ma questo significa che ci può essere un conflitto di interesse in chi ha redatto lo studio. Un altro commento dell'editore è che nell' articolo non si fa riferimento ad altri studi sui costi del nucleare che sono arrivati a conclusioni diverse e che pur essendo stata citata più volte non è stata sentita la società che promuove lo sviluppo del nucleare negli USA. Da un punto di vista giornalistico l'editore ha ragione. Mi chiedo quanto in questa nota abbia avuto influenza la lobby filonucleare!
Comunque , temo che nel nostro Paese una voce controcorrente come quella dello studio presentato dal New York Timesnon avrebbe spazio.

 UN ARTICOLO DEL NEW YORK TIMES SU UNO STUDIO AMERICANO
Il solare costa meno del nucleare
Il sorpasso al prezzo di 0,16 dollari a chilowattora. L'energia atomica costerà sempre di piu'






I costi di energia solare e atomica (da Ncwarn.org)
NEW YORK - Oggi negli Stati Uniti la produzione di energia solare costa meno di quella nucleare. Lo afferma un articolo pubblicato il 26 luglio sulNew York Times,che riprende uno studio di John Blackburn, docente di economia della Duke University. Se si confrontano i prezzi attuali del fotovoltaico con quelli delle future centrali previste nel Nord Carolina, il vantaggio del solare è evidente, afferma Blackburn. «Il solare fotovoltaico ha raggiunto le altre alternative a basso costo rispetto al nucleare», afferma Blackburn, nel suo articoloSolar and Nuclear Costs - The Historic Crossover, pubblicato sul sito dell’ateneo. «Il sorpasso è avvenuto da quando il solare costa meno di 16 centesimi di dollaro a kilowattora» (12,3 centesimi di euro/kWh). Senza contare che il nucleare necessita di pesanti investimenti pubblici e il trasferimento del rischio finanziario sulle spalle dei consumatori di energia e dei cittadini che pagano le tasse.
COSTI FOTOVOLTAICO IN DISCESA - Secondo lo studio di Blackburn negli ultimi otto anni il costo del fotovoltaico è sempre diminuito, mentre quello di un singolo reattore nucleare è passato da 3 miliardi di dollari nel 2002 a dieci nel 2010. In un precedente studio Blackburn aveva dimostrato che se solare e eolico lavorano in tandem possono tranquillamente far fronte alle esigenze energetiche di uno Stato come il Nord Carolina senza le interruzioni di erogazione dovute all’instabilità di queste fonti. I costi dell'energia fotovoltaica, alle luce degli attuali investimenti e dei progressi della tecnologia, si ridurrà ulteriormente nei prossimi dieci anni.
COSTI NUCLEARE IN CRESCITA - Mentre, al contrario, i nuovi problemi sorti e l'aumento dei costi dei progetti hanno già portato alla cancellazione o al ritardo nei tempi di consegna del 90% delle centrali nucleari negli Stati Uniti, spiega Mark Cooper, analista economico dell'Istituto di energia e ambiente della facoltà di legge dell'Università del Vermont. I costi di produzione di una centrale nucleare sono regolarmente aumentati e le stime sono costantemente in crescita.