Translate

martedì 26 agosto 2014

Aria pulita un vero "Elisir di Lunga Vita"


Uno studio pubblicato alcuni anni or sono  su New England Journal of Medicine, ha aggiunto un interessante tassello sul ruolo che la qualità dell'ambiente ha sulla nostra salute.

Lo studio ha riguardato 217 contee e 51 aree metropolitane degli Stati Uniti e ha messo in correlazione l'aspettativa di vita degli americani e la quantità di polveri fini da loro respirate ( PM2,5).

In questo paese, dal 1978 al 2000, l'inquinamento da polveri sottili si è ridotto in modo significativo, merito delle marmitte catalitiche, di leggi rigorose per ridurre le emissioni industriali, del blocco alla realizzazione di inceneritori.

Fatte le dovute correzioni per i diversi fattori socioeconomici che condizionano la nostra salute, è risultato che ogni 10 microgrammi di polveri sottili sottratte ad un metro cubo di aria, l'aspettativa di vita degli americani è aumentata di circa sei mesi.

Chi continua a pensare che l'ambientalismo sia una "belinata" di pochi "gufi" che frenano lo "sviluppo" è servito!

Questo studio, che documenta come la nostra salute sia strettamente correlata con la qualità del nostro ambiente non è il primo e non sarà l'ultimo.

E' una informazione che sarebbe stato opportuno far arrivare alle orecchie del nostro primo ministro Berlusconi  visto il suo grande interesse a trovare (solo per se?) l'elisir di lunga vita, ma che non sarebbe male far arrivare, con insistenza anche alle orecchie e al cervello dell'attuale premier Renzi che sarà giovane ma che da questo "orecchio" proprionon ci sente.