Translate

domenica 20 ottobre 2013

Pubertà' precoce negli umani e nei cinghiali di città.


Genova e' letteralmente invasa dai cinghiali. 

Il motivo per cui i cinghiali genovesi si stanno moltiplicando in modo abnorme, è dovuto al fatto che le femmine sono troppo precoci e rimangono gravide ad appena
quattro mesi d’età invece che a sei. 
«La nostra regione e l’unica in Italia dove si verifica questo inspiegabile fenomeno. Ricerche che ha condotto l’università, hanno stabilito che in Europa solo Barcellona e Berlino hanno questo problema e nessuno ha trovato una soluzione».

La pubertà precoce delle cinghialesse genovesi mi ricorda molto un analogo fenomeno registrato negli umani appartenenti alla società dei consumi. Bambini e bambine delle società opulente entrano nella pubertà sempre più precocemente, rispetto a quanto accadeva ai loro genitori e ai loro nonni.
La crescente esposizione a composti interferenti con il sistema endocrino (ftalati, diossine, PCB... ) potrebbe essere la comune spiegazione del fenomeno.

Cinghiali e umani condividono la caratteristica di essere al vertice della catena alimentare e quindi di concentrare al massimo, nei propri tessuti adiposi, composti persistenti e bio accumulabili, quali quelli in precedenza elencati. E il fatto che i cinghiali genovesi abbiano imparato che i cassonetti dell'umido possono essere una facile fonte di cibo potrebbe spiegare la pubertà ( e la prolificità) dei cinghiali cittadini.
Quest'ipotesi, molto plausibile, merita uno studio serio, anche a tutela della nostra specie.
A giorni a Genova partiranno delle battute di caccia selettive a cinghiali maschi e a femmine gravide.

Prima di trasformarli in bistecche e salami, sarebbe utile raccogliere campioni del loro grasso e analizzarlo, confrontando il contenuto di interferenti del sistema endocrino con quello di cinghiali che non hanno ancora conosciuto il benessere della crescita continua.